home Comune di Ariano Irpino Ariano Irpino
 
Bandi e Concorsi

 

ISTITUTO DI ASSISTENZA
“FRANCESCO CAPEZZUTI”
Ente di diritto pubblico eretto con
Decreto Reale del 2 aprile 1866
Vico 2° Capezzuti, 2
tel. 0825-828728 - fax 0825-825777
ARIANO IRPINO

AVVISO APPALTO CONCORSO

Oggetto: Appalto per: servizio infermieristico e assistenza anziani (servizio geriatrico); servizio assistenza sociale e animazione; portineria; pulizia ordinaria e straordinaria degli ambienti; lavanderia e stireria; ristorazione; manutenzione ordinaria ambienti; manutenzione impianti idrici, elettrici e riscaldamento; presso Casa di Riposo ed RSA “Francesco Capezzuti”.

Importo presunto: € 450.000,00 (quattrocentocinquantamila/00) annuo

Criterio di Aggiudicazione: Appalto Concorso

Luogo di Esecuzione: Sede dell’Istituto “Francesco Capezzuti” Vico 2° Capezzuti n.2 – Ariano Irpino (AV)

Durata dell’appalto: anni 1 (uno)

Domanda di partecipazione: in lingua italiana, con la quale la ditta interessata chiede di essere invitata all’appalto concorso per l’aggiudicazione sei servizi in oggetto.

Termine di presentazione: la domanda di partecipazione deve pervenire entro le ore 18:00 del giorno 9 febbraio 2006 tramite raccomandata espresso o tramite corriere speciale. Non saranno prese in considerazione le domande pervenute dopo il termine sopra indicato.

Termine di spedizione degli inviti: gli inviti saranno spediti entro giorni 20 dalla scadenza del termine di ricezione delle domande.

Indirizzo: la domanda deve essere indirizzata a: Istituto di Assistenza “F.Capezzuti” Vico 2° Capezzuti n.2 - 83031 Ariano Irpino (AV) -

Contenuto della domanda: nella domanda il soggetto dovrà dichiarare, nelle norme di cui all’art.38 DPR 22/12/00 n.445, sotto la propria responsabilità, allegando fotocopia del documento di riconoscimento d’identità personale, quanto segue:

  1. di essere iscritto alla C.C.I.A.A. di….. per tutti i servizi oggetto della gara al n…. e di avere l’iscrizione ai sensi dell’art.82/94 D.M.274/97 per l’esercizio delle attività di pulizia e ai sensi della legge 46/90 per l’esercizio delle attività di manutenzione impianti.

  2. di essere iscritto al registro della Prefettura di…….. (per le sole Cooperative);

  3. di essere iscritto all’Albo Regionale di……….. (per le sole cooperative sociali);

  4. che la società è regolarmente costituita, con l’indicazione degli organi, dei suoi componenti e dei poteri loro conferiti; che la stessa non si trova in stato di fallimento, di liquidazione, di cessazione di attività o di concordato preventivo e che non è in corso a proprio carico un procedimento per la dichiarazione di una tale situazione; che nulla osta ai sensi della legislazione antimafia.
    N.B. la dichiarazione di cui ai punti 1 e 4 può essere sostituita dalla esibizione del certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. non anteriore a mesi 6 dalla data del bando;

  5. di non aver subito condanna, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che incida sulla moralità professionale o per delitti finanziari; (detta documentazione può essere sostituita dal certificato del casellario giudiziale non anteriore a mesi 3);

  6. di non trovarsi in alcuna causa di esclusione prevista dall’art.12 della legge 157/95;

  7. di essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori, secondo la legislazione italiana;

  8. di essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse, secondo la legislazione;

  9. di non avere commesso nell’esercizio della loro attività un errore grave o serie inadempienze nell’esecuzione degli obblighi contrattuali assunti, accertati con qualsiasi mezzo di prova addotto, da parte di questa stazione appaltante.

  10.  che l’entità del fatturato globale della ditta nell’ultimo triennio non è inferiore a € 600.000,00 e che l’importo medio del fatturato degli ultimi 3 anni per servizi resi a favore di strutture per anziani non è stato inferiore a € 200.000,00.

  11. di poter produrre referenza di almeno una banca attestante la capacità finanziaria adeguata agli impegni da assumere in caso di aggiudicazione;

  12. di aver eseguito negli ultimi 3 anni presso strutture residenziali per anziani di natura pubblica o privata in via continuativa e con giudizio favorevole, servizi alla persona (infermieristico, socio-assistenziale e tutelare), specificando la Struttura presso cui il servizio è stato reso, la data di inizio e fine attività ed il relativo importo contrattuale;

  13. l’assenza di ogni causa di esclusione dalla partecipazione agli appalti pubblici;

  14. il recapito con l’indicazione di numero di telefono, di fax e di e-mail a cui dovrà essere inviata ogni comunicazione inerente al presente appalto;

  15. capacita di contrattare con le pubbliche amministrazioni;

  16. capacità di documentare quanto dichiarato nei modi che saranno richiesti dall’Ente;

  17. impegno ad esibire ogni ulteriore documentazione che sarà richiesta con la lettera di invito;

Le suddette dichiarazioni saranno successivamente verificate, tenuto altresì conto che se le vicende ivi previste si verificassero durante la fase di contrattazione, quest’ultima si estinguerà in seguito ad apposita comunicazione dell’Amministrazione, senza pregiudizio dell’azione penale per i reati in cui si fosse eventualmente incorsi per dichiarazioni mendaci;

La mancata o incompleta dichiarazione sarà motivo di non ammissibilità della richiesta di invito. Sarà escluso dalla gara anche chi si sia reso colpevole di dichiarazioni mendaci o chi si ritrova in uno qualsiasi dei motivi di esclusione previsti dall’art.12 legge 157/95.

Non sono ammesse riunioni di imprese nè associazioni temporanee di imprese.

È vietata ogni forma di subappalto e di cessione anche parziale di contratto.

La richiesta di invito non vincola l’Amministrazione.

L’Amministrazione appaltante si riserva la facoltà di aggiudicare il servizio anche in presenza di una sola offerta valida.

L’Amministrazione appaltante si riserva la facoltà insindacabile di non procedere ad alcuna aggiudicazione per eccessiva onerosità.

La cauzione provvisoria che le ditte invitate dovranno versare è pari al 2% dell’importo presunto di € 450.000,00.

Responsabile del procedimento: il ragioniere dell’Ente, sig.Raffaele Oliva tel.0825-828728 dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 alle ore 13:00.

 

Ariano Irpino lì

 

 
HOME La Città Amministrazione Bandi Area Finanziaria Manifestazioni Cerca nel Sito Mappa del Sito
Comune di Ariano Irpino - P.zza Plebiscito | Tel 0825.875100 | Fax 0825.875147 | PEC: protocollo.arianoirpino@asmepec.it